La pulizia della cucina può richiedere tempo e fatica. Una buona manutenzione di ogni parte che la compone ti permetterà di risparmiare eccessive attenzioni alla sua pulizia, mantenendo intatta ed igienica ogni superficie senza alcuno sforzo. E’ necessario però tenere a mente qualche consiglio ed utilizzare sempre i prodotti più adatti ad ogni circostanza.

Ti proponiamo qui di seguito alcuni trucchi per la pulizia del forno e delle cappe, elementi spesso trascurati la cui manutenzione periodica ti risparmierà lavori difficoltosi e faticosi.

Pulizia del forno Ogni componente del forno necessita di una tecnica di pulizia e manutenzione differente a seconda dei materiali impiegati e delle particolari condizioni in cui si trovano. Il vetro del forno può essere lavato con un qualsiasi detersivo per vetri oppure con dell’acqua e dell’aceto. Per quanto riguarda le manopole di comando, queste possono essere pulite con un panno morbido imbevuto d’acqua e sapone o semplicemente inumidito.

La pulizia dell’interno del forno differisce a seconda del materiale di composizione. I forni con struttura interna smaltata ad esempio sono poco porosi e lucidi e non trattengono grasso e sostanze di difficile rimozione risultando molto semplici da pulire. Lo stesso vale per i forni che dispongono della cottura a vapore: si tratta di un vantaggio non trascurabile in quanto garantisce una duratura pulizia ed igiene alla struttura.richiedi preventivo

Per quanto riguarda i forni pirolitici, la loro pulizia richiede un particolare processo ad alta temperatura. Dopo aver rimosso gli elementi interni al forno  è necessario pulire i residui di cibo e grasso. In seguito alla pirolisi dovranno essere rimosse le tracce biancastre con una semplice spugna umida.

La manutenzione del forno a microonde invece richiede una pulizia frequente: dopo l’uso è necessario lavarlo con una spugna imbevuta d’acqua calda facendo attenzione alla fase di risciacquo. Le incrostazioni e le tracce di grasso e cibo possono essere rimosse con uno spazzolino di plastica, mentre per quanto riguarda i cattivi odori si consiglia di riscaldare nel forno un bicchiere di acqua e limone.

Pulizia forno

Pulizia del forno

Pulizia della cappa – La cappa è un elemento indispensabile in cucina in quanto permette di rimuovere i cattivi odori ed i fumi di cottura garantendo igiene e pulizia all’ambiente. Per quanto riguarda la puizia della parte esterna della struttura è consigliato l’utilizzo di un panno morbido imbevuto d’acqua calda e detersivo neutro oppure acqua ed aceto.

La parte interna risulta invece più difficoltosa da pulire. Essa presenta dei filtri metallici o sintetici che trattengono le sostanze grasse. Nel caso dei filtri in alluminio, questi possono essere puliti direttamente in lavastoviglie, mentre quelli sintetici devono essere sostituiti periodicamente (ogni 2 mesi circa). Infine per quanto riguarda i filtri a carboni attivi la loro sostituzione deve avvenire almeno ogni 4 mesi in quanto a distanza di tempo perdono la loro efficacia.

Tagged with →  
Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *