Il Laminato è uno dei materiali più utilizzati nell’ambito dell’arredamento della casa e soprattutto nella realizzazione dei piani da cucina, in particolare per il suo prezzo economico e la sua efficienza sia a livello pratico che estetico.
Fra le caratteristiche principali del laminato troviamo la sua superficie resistente ed igienica, economica e di facile e veloce manutenzione, pratica per chi fa della cucina un uso quotidiano e vuole garantire alla casa e alla propria famiglia un ambiente pulito e sicuro.

Copertina Laminato

Piano in Laminato

La composizione del laminato consiste in strati di carta (60%) e resine sintetiche termoindurenti. Lo strato superificiale del piano è costituito da resina melaminica, mentre lo strato sottostante da resina fenolica. La sua peculiare costituzione garantisce una grande varietà di spessori, colori e finiture che, ad un prezzo economico, ti permette di ottenere la stessa qualità estetica delle superfici più preziose e costose sul mercato. Uno dei vantaggi del laminato è infatti quello di assumere l’aspetto di una qualsiasi altra superficie come quella del marmo, del quarzo e del granito, ma anche dell’acciaio, della ceramica e dei metalli.

Nell’arredamento della cucina inoltre il laminato può essere associato a una grande varietà di altri materiali come vetro, legno, acciaio, ad esempio nelle rifiniture dei bordi del piano.

richiedi preventivo

Vantaggi

Essendo una superficie non porosa, solida e compatta, il laminato risulta molto resistente alle macchie, all’umidità, ai graffi, all’acqua e alle fonti di calore poco elevate.
Molto omogeneo ed impermeabile, il laminato non teme neppure le infiltrazioni di acqua e vapore, motivo per cui, insieme a tutte le altre caratteristiche, è considerato l’ideale per la realizzazione di ante, piani, pavimenti e per l’arredamento del bagno.

Laminato bordo alluminio

Piano in Laminato con bordo in alluminio

Svantaggi

Pur essendo una superficie resistente, il laminato sopporta solo temperature moderate: pentole bollenti o materiali surriscaldati possono rovinare lo strato superficiale del piano lasciando degli aloni.
Allo stesso modo, la sua impermeabilità è efficiente ma non assoluta: perchè il piano possa durare nel tempo è necessario bloccare le infiltrazioni d’acqua e l’eccessivo apporto di vapore, come ad esempio quello della lavastoviglie.

Consigli utili

La superficie del piano in laminato può essere lavata attraverso l’uso di detersivi neutri liquidi non abravisi e con una spugnetta morbida. Da evitare assolutamente l’uso di prodotti acidi come acetone, alcol e anticalcare che possono corrodere il materiale, solventi e prodotti abrasivi, pagliette metalliche e lo sfregamento eccessivo della superficie.
Prima di applicare un prodotto direttamente sul piano si consiglia di provarne l’efficienza ed i risultati in un punto poco visibile, essendo il laminato molto sensibile ai prodotti aggressivi.
Inoltre si consiglia di evitare il contatto della superficie con fonti di calore elevate e pentole bollenti e di aprire la lavastoviglie soltanto quando si è raffreddata, in modo tale da evitare gli sbuffi di vapore.

Share →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *